Scienza e Sport

Scienza e Sport

by denis
Qualsiasi atleta, sia esso un semplice amatore o un professionista, necessita al giorno d’oggi di una preparazione completa e di una formazione specifica.
A prescindere dai principi scientifici dell’allenamento sportivo canonizzati dagli allenatori sovietici e dei paesi dell’est, ma anche del Prof. C. Bosco nei suoi test di fisiologia dello sport, oggi la ricerca offre strumenti medico diagnostici capaci di programmare al meglio la prestazione atletica.
La figura dello “Specilista in Analisi della Composizione Corporea” rappresenta la massima ottimizzazione dei parametri fondamentali del nostro organismo.
La performance atletica, allenamento a parte, dipende esclusivamente da quanto l’organismo riesce ad esaltare “in toto” gli stimoli indotti dall’allenamento stesso.
roberto-barani-scienza-sport
Un organismo non al massimo non sfrutta a pieno le sue potenzialità. Ciò vanifica sforzi, i sacrifici e la genetica che Madre Natura gli ha fornito ed è incline ad infortuni (che comportano sgradite interruzioni dell’allenamento), correlati ad un NON equilibrato stato Psico-Fisico e /o overtraining.
Mens sana in corpore sano ma è vero anche il contrario per tutti ma particolarmente per un’atleta che cerca la massima prestazione. Le interazioni corpo-cervello e cervello-corpo esulano da questo contesto ma, è oramai arcinota l’influenza del funzionamento ottimale del Sistema Nervoso Autonomo (ANS) su prestazione e recupero; inutile ribadire il concetto che un completo recupero permette all’atleta una più proficua sessione di allenamento.
BIA-ACC
L’analisi della composizione corporea, tramite un apparato medico diagnostico denominato BIA-ACC, consente allo specialista di intervenire nel regolare alla perfezione tutti quei parametri, dai più elementari quali i livelli di minerali o proteine a quelli più delicati quali l’attivazione di specifiche ghiandole endocrine.
PPG-Stress-Flow
Per l’ottimizzazione dell’ANS la scienza interviene con un sofisticatissimo apparato medico diagnostico denominato PPG-Stress Flow  il quale, oltre alla valutazione specifica è in grado di fornirci le più idonee strategie di “risanamento dell’ANS”
roberto-barani-TomEEx
Un terzo apparato medico diagnostico denominato TomEEx  effettua una termografia Elettrolitica Extracellulare in grado di rilevare, ove presenti, i processi infiammatori presenti nel corpo – l’energia sistemica dell’individuo – il livello di stress ed il grado di attivazione degli emisferi cerebrali.
roberto-barani-RegMaEx
Nell’ottimizzazione della performance può inoltre rendersi particolarmente utile e talvolta necessario l’utilizzo di un altro gioiello medico denominato RegMaExTramite questo apparato possiamo intervenire nel ridurre gli stati infiammatori, riattivare i sistemi neuroimmunomodulatori, stimolare il metabolismo basale, abbassare lo stato di acidosi, ridurre i livelli di stress nonché effettuare terapia antalgica data da infiammazione cronica.
Top