Anti-aging e Salute

Anti-aging e Salute

by denis
Per biomedicina anti-aging possiamo intendere l’applicazione dei meccanismi biologici che hanno luogo nel nostro organismo, e le risposte che quest’ultimo ha in seguito a numerosi fattori stressanti sia interni che ambientali. Necessita di un approccio biomedico integrato che tiene conto di aspetti genomici, epigenetici, molecolari, metabolici, psicologici e comportamentali di ogni singolo individuo. Praticamente si tratta di scoprire, prevenire e trattare i principali disturbi legati all’invecchiamento cellulare in modo da rallentare il, purtroppo progressivo, declino dell’organismo umano.
E’ scientificamente provato che lo stile di vita (alimentazione, movimento, tecniche antistress) sia la base dell’anti-aging. Partendo da una valutazione dello stato psico-fisico dell’individuo verranno approntate le strategie idonee ad un funzionamento ottimale dell’organismo in relazione alla mente e viceversa. Viviamo in una società che imprime ritmi di vita e situazioni che inevitabilmente innescano situazioni tendenzialmente stressanti; non meno importante, l’ambiente stesso rappresenta una ulteriore aggravante.
L’organismo umano, nella sua perfezione, ha sistemi per affrontare in maniera costruttiva tutti gli eventi stressanti: dobbiamo solo metterlo in condizione di svolgere bene il suo lavoro! Oltre ai normali parametri fisiologici, un ruolo importante, in quanto appena detto, è dato, ad esempio, dal fatto di possedere una flora batterica intestinale sana e funzionale (esistono potenti correlazioni mente-intestino), ma non solo…
roberto-barani-anti-aging
Risulta quindi essenziale la figura dello Specialista in Analisi della Composizione Corporea e della Neuroimmunomodulazione. Questa figura, tramite gli specifici esami rileva i corretti rapporti fisiologici da ricreare in modo tale che venga ristabilito l’equilibrio necessario al benessere. Sostanzialmente il mio approccio alla biomedicina anti-aging consiste nella valutazione della mente e dell’organismo in prima battuta, una volta individuate le carenze o gli eccessi, stendere il piano nutrizionale-comportamentale più idoneo per la persona, ed infine fornire quelle nozioni che impediscano di incappare nelle troppe false credenze circolanti, in particolare su “Internet”; io credo solo alla scienza ed al lavoro dei meravigliosi ricercatori e scienziati universitari, non alle mode di grido od ai vari “santoni magici”.
Così facendo andremo a prevedere e prevenire lo sviluppo di molte malattie con un approccio personalizzato strettamente individuale; fondamentale è anche la nostra complicità e coinvolgimento.
L’obiettivo non è solo quello di aumentare la nostra aspettativa di vita ma, soprattutto, quello di vivere in piena salute, affrontando la vita con gioia e consapevolezza…non è così difficile!
Top